Aut-Aut-unno

 

Nevica. Osservavo fiocchi di candida neve da sotto il mio piumone, incapace ad alzarmi. Le guide di supereva per i sogni, mi dicono che:

Sognare ragni è in generale da associarsi a sentimenti di angoscia o preoccupazioni, a conflitti che il sognatore si trova a vivere, in cui si sente soffocare, che lo fanno sentire in trappola o che lo spaventano.

Continua a leggere

Annunci

Going To

I’m going to get you out of my head

feels like I’m out of the bed

Seems like you want me so bad

Even if it isn’t so

I’m going to get you out of my sight

I stand out of your line

across the streets of your mind

I’m going to get you out of my eyes

I’ll leave you so far behind.

Mal d’inverno

La temperatura mite, i colori caldi che regnano sovrani per le strade; le foglie sparpagliate tra le vi(t)e, come quelle di padre e figlio che giocano, l’uomo che fa piovere le sorelle cadute dei rami degli alberi circostanti sul capo del bambino che si diverte tantissimo a vedere questa pioggia di colori. Poi si torna a casa, la mamma gli prepara uno di quei piattoni tedeschi con il nome chilometrico che poi in fin fine son solo patate e braten.

Continua a leggere

Mi Piacerebbe

Mi Piacerebbe

Mi piacerebbe veramente fare a pugni
col primo che passa e mi fissa senza una ragione
magari condurre un programma creativo alla televisione
Perché no, recitare in un film hard
Stare al CERN a studiare la fisica zen
Vorrei provarci fino in fondo a fare il pieno di voti
e sedermi per anni sulla mia poltrona
Sposarsi a Las Vegas con Giulietta che aspetta
sul balcone a Verona
Sputtanar Fred Astaire con il tip-tap
Guadagnar la pagnotta con il piano bar
Smettere di pensare di smettere di fumare
Smettere di pensare di smettere di fumare
Come se niente fosse, come se non contasse
quel lungo cammino che mi porta di fronte allo specchio,
quel lungo cammino che mi porta di fronte allo specchio
al mattino
Mi piacerebbe veramente
stare in coda alla posta per più di tre ore e dopo reclamare
Ricever messaggi dall’aldilà con il cellulare
Poi dormire, svegliarsi, mangiare, dormire, svegliarsi
e guardare le stelle
Come sono belle, come sono belle
come se
Come se niente fosse, come se non contasse
quel lungo cammino che mi porta di fronte allo specchio,
quel lungo cammino che mi porta di fronte allo specchio
al mattino
smettere di invecchiare, smettere di ingrassare,
smettere di drogare le mosche e le zanzare,
smettere di inquinare, smettere di votare,
smettere di sudare in senso generale,
smettere di comprare, smettere di pagare,
smettere di passare una domenica bestiale,
smettere di ascoltare musica commerciale,
smettere di suonare, smettere di cantare

Rimedi Contro l’Abitudine

Quando abbiamo fondato Abits.it, abbiamo coniato lo slogan sulle abitudini, eravamo lì a dire contenti “Abits.it, la tua nuova abitudine!”, ed io stessa nel post d’inizio, quello che ha aperto le danze, elogiavo l’abitudine.

Ma abituarsi a qualcosa, è un bene o un male?

Due cose assolutamente opposte ci condizionano ugualmente: l’abitudine e la novità.

Effettivamente alla parola “eccitante” associamo la novità e non l’abitudine ed effettivamente sembra che l’opposto di novità sia abitudine e viceversa. Quasi da farci una tabella comparativa, con pro e contro di essere un’abitudine o essere una novità.
Ogni novità diventa abitudine.

Dunque l’abitudine dura nel tempo.

L’abitudine è sicura.

La novità è eccitante, esalta i nostri sensi.

La novità ci fa incuriosire.

Ma una volta estintasi, diventa abitudine.

Cosa fare per combattere il tedio dell’abitudine? Disabituarsi. Scendere dal letto con l’altro piede, dormire in un’altra posizione, guardare la finestra prima di andare a cercare disperatamente la colazione.

Se è una bella abitudine. una cosa che ci appassiona e che ci fa stare bene, non è detto che bisogni limitarla per ottimizzarla.

 

Non opprimere i figli con l’idea della scuola.

“Non opprimere i figli con l’idea della scuola. Al rendimento scolastico dei nostri figli, siamo soliti dare un’importanza che è del tutto infondata. E anche questo non è se non rispetto per la piccola virtù del successo. Dovrebbe bastarci che non restassero troppo indietro agli altri, che non si facessero bocciare agli esami; ma noi non ci accontentiamo di questo; vogliamo, da loro, il successo, vogliamo che diano delle soddisfazioni al nostro orgoglio.
Se vanno male a scuola, o semplicemente non così bene come noi pretendiamo, subito innalziamo fra loro e noi la bandiera del malcontento costante; prendiamo con loro il tono di voce imbronciato e piagnucoloso di chi lamenta un’offesa. Allora i nostri figli, tediati, s’allontanano da noi. Continua a leggere

All’aria

Chiù passa u tempu  // Più passa il tempo
chiu mi shricu ‘n’terra // più mi strofino a terra
chista non è vita  // questa non è vita
senza peri ‘n’terra // senza piedi a terra
chi l’haiu all’aria  // che li ho per aria
e l’aria l’avi  // e l’aria li ha
chi vulissi vulari  // che vorrei volare
com’a idda  // come lei
scappari  // scappare
curriri  // correre
assicutari  // inseguire
u tempu chi mi lassa arreri  // il tempo che mi lascia indietro
mentri m’affannu a pigghiallu // mentre mi affanno a prenderlo
e m’arresta l’aria  // e mi resta l’aria
che manetti sugnu ‘n’galera  // con le manette sono in galera
marturiata tra disiu e pena.  // divisa tra desiderio e pena.